Pubblicato in: Le pratiche /

‘InPratica’. Testi e testimonianze per un’etica di pace

Disorientati, insicuri, impauriti, incapaci di immaginare il futuro. Così ci sentiamo oggi, quando invece ci saremmo aspettati un ben altro presente: i patti su cui si è costruita la nostra democrazia sembrano come perdere la loro forza, rimettendo in discussione i fondamentali di una convivenza civile. A partire dalle guerre, ci troviamo costantemente immersi in potenziali conflitti: sociali, politici, etnici, religiosi, familiari, generazionali, di genere e di classe. Uno smarrimento che riguarda tutti e in particolare le nuove generazioni. Di fronte a tante cose che non vanno, spesso tendiamo ad autoassolverci delegando ad altri le cause di quel che succede. Dovremmo invece sempre chiederci se tante questioni, dalle più piccole alle più grandi, non riguardino personalmente anche ognuno di noi. È una questione di responsabilità e per essere responsabili bisogna conoscere: cosa devo sapere e, soprattutto, cosa posso fare per contribuire a realizzare un contesto che cerchi di superare le difficoltà che la realtà in cui ci troviamo tende spesso a mostrarci come insormontabili? La nostra vita è un destino che ci è stato assegnato? O possiamo anche immaginare di sceneggiarla? Queste le domande a cui vorremmo dare delle risposte con una serie di libretti per riappropriarsi, singolarmente e collettivamente, di un orizzonte di speranza. La collana ‘InPratica. Testi e testimonianze per un’etica di pace’ è iniziata con “Voci dalla rete. Come le donne stanno cambiando il mondo”, una raccolta di storie che raccontano di come tante donne, in diverse parti del mondo, non hanno voluto accettare la sconfitta di un presente senza dignità e senza speranza e si sono fatte imprenditrici di loro stesse, sceneggiando una storia diversa rispetto a quella che stavano subendo o avrebbero subìto. Da chi dipende, se non dall’azione di ognuno? A volte accade e queste storie ce lo testimoniano.

Commenta

La tua email non sarà pubblicata né diffusa. I campi obbligatori sono segnalati da *




saperi e pratiche si incrociano
per conoscere
nella pluralità
di pensieri
contro dogmi
e universalismi
multidisciplinare
multilinguaggio
multistile
multiverso

Forum Editrice Universitaria Udinese Università degli Studi di Udine in collaborazione con cdm associati - comunicazione e visual design in collaborazione con Altreforme - ricerca / web&multimedia / formazione
Privacy Policy