Pubblicato in: Le pratiche / corpo /

In altro modo. Un dialogo tra Tiziana Plebani e Annalisa Comuzzi

Organizzato in collaborazione con il Centro iniziative culturali di Tarcento, Multiverso ha proposto un incontro dal titolo ‘In altro modo. Come le donne stanno cambiando il mondo’, che prendeva come spunto di discussione il libro a cura di Maria G. di Rienzo ‘Voci dalla rete’, pubblicato nella collana ‘Testi e testimonianze per un’etica di pace’ (Forum/Multiverso). I temi presenti nel libro – in primis la violenza alle donne e in generale la negazione in tante parti del mondo dei loro diritti fondamentali come quello a istruirsi, curarsi o di lavorare, scegliere con chi vivere, essere indipendenti, muoversi liberamente e di partecipare alla vita pubblica, sono stati alla base della riflessione delle due ospiti dell’incontro, Tiziana Plebani (Geografia di genere di Venezia) e Annalisa Comuzzi (Donne in nero di Udine). In particolare gli interventi hanno riguardato il livello di consapevolezza che oggi le nuove generazioni stanno dimostrando in relazione ai propri diritti, la violenza che pervade la nostra società e che infierisce drammaticamente e anche statisticamente sulla vita e la morte delle donne e la cittadinanza, intesa come diritto di abitare i luoghi del nostro vivere.

Tarcento, Centro europeo ‘Luciano Ceschia’, sabato 7 luglio 2012

Annalisa Comuzzi, insegnante, è attiva da quasi vent’anni nel movimento internazionale delle Donne in Nero. Ha pubblicato alcuni saggi muovendosi in un ambito di ricerca che ha privilegiato la storie delle donne. Tra i suoi testi, ‘Fu nel mese di Ravador… Indagine intorno ad alcuni casi d’infanticidio nella Carnia tra il XVI e il XVIII secolo’ (1995) e ‘Nel prato di Marsilia. Il racconto del sabba tra persistenza del mito e linguaggio del corpo’ (1998). Nel 2002 è uscito il suo libro ‘Susanna e il parroco Mirai. Storia di un curato della montagna friulana nell’avanzare della Controriforma’ (CIERRE Edizioni).

Tiziana Plebani, storica e scrittrice (suo ultimo libro ‘Storia di Venezia città delle donne’, Marsilio 2008); nel movimento delle donne dal 1972, ha vissuto l’esperienza delle ‘Donne in Nero’, la rete di donne per la pace; attualmente partecipa al gruppo Geografia di genere (che ha pubblicato il libro ‘Desiderio di città’, Venezia 2009) e lavora sui temi dell’abitare, della cura dei luoghi, dei saperi di cittadine e cittadini; il gruppo nel 2010 ha promosso la nascita del coordinamento cittadino ‘Io decido’ che opera per la diffusione della cultura della democrazia partecipativa.

Commenta

La tua email non sarà pubblicata né diffusa. I campi obbligatori sono segnalati da *




saperi e pratiche si incrociano
per conoscere
nella pluralità
di pensieri
contro dogmi
e universalismi
multidisciplinare
multilinguaggio
multistile
multiverso

Forum Editrice Universitaria Udinese Università degli Studi di Udine in collaborazione con cdm associati - comunicazione e visual design in collaborazione con Altreforme - ricerca / web&multimedia / formazione
Privacy Policy