Pubblicato in: vecchio_nuovo /

Paolo Comuzzi interpreta il vecchio e il nuovo

Video di presentazione di Multiverso n.2

‘Vecchio’ e ‘nuovo’ sempre più si sovrappongono in una realtà stratificata, dove la distinzione che solitamente assegniamo all’uno e all’altro non è poi così netta. A leggerlo, il presente ci fa scoprire la forza di un ‘nuovo vecchio’ che rivendica piena esistenza in una società che sembra non avere più tempo. Anche in questo caso il ragionamento corre su più livelli disciplinari e partendo da punti di vista diversi: che rapporto abbiamo oggi con la vecchiaia? E con il tempo? Quando è iniziato, nella nostra società, il processo di rimozione della morte e si è affermato il mito di un’infinita giovinezza che nega i cambiamenti del corpo? La vecchiaia – ultima conquista dell’umanità – è tempo vissuto e ormai trascorso, compimento e rarefazione, memoria e non più progetto. Ma è anche business e target commerciale. Non tutto però può invecchiare: non invecchiano gli oggetti, che vanno sostituiti in fretta, non invecchiano i personaggi dei fumetti, non invecchiano i miti…

Commenta

La tua email non sarà pubblicata né diffusa. I campi obbligatori sono segnalati da *




saperi e pratiche si incrociano
per conoscere
nella pluralità
di pensieri
contro dogmi
e universalismi
multidisciplinare
multilinguaggio
multistile
multiverso

Forum Editrice Universitaria Udinese Università degli Studi di Udine in collaborazione con cdm associati - comunicazione e visual design in collaborazione con Altreforme - ricerca / web&multimedia / formazione
Privacy Policy