Boris Pahor

Boris Pahor, scrittore italiano di madrelingua slovena, più volte candidato al Nobel per la letteratura, ha ricevuto il Premio Prešeren nel 1992, la Legion d’Onore nel 2007 e il Premio Internazionale Viareggio-Versilia nel 2008. La sua opera più nota è 'Necropoli' (1997) (Fazi Editore, Roma 2008), un romanzo autobiografico sulla sua prigionia a Natzweiler-Struthof. Fra le sue pubblicazioni 'Il rogo nel porto' (Nicolodi, Rovereto 2001), 'La villa sul lago' (Nicolodi, Rovereto 2002), 'Il petalo giallo' (Nicolodi, Rovereto 2003), 'Tre volte no. Memorie di un uomo libero' (con M. Orlic, Rizzoli, Milano 2009).

Contributi su Multiverso:

saperi e pratiche si incrociano
per conoscere
nella pluralità
di pensieri
contro dogmi
e universalismi
multidisciplinare
multilinguaggio
multistile
multiverso

Forum Editrice Universitaria Udinese Università degli Studi di Udine in collaborazione con cdm associati - comunicazione e visual design in collaborazione con Altreforme - ricerca / web&multimedia / formazione
Privacy Policy