tag: , , ,

Commenti disabilitati

Pubblicato in: n. 03 Vecchio_nuovo /

Il museo del presente

di Claudio Rosati

Museo della Ferrari, museo del comunismo, museo Messner, museo della strage di Ustica, museo del turismo, museo del rock, museo del prosciutto e dei salumi di Parma, museo del salame, museo dell’ombrello e del parasole, museo del loden, museo del cavallo, museo del sesso, museo dello stadio di San Siro.

Sono solo alcuni luoghi di un mondo museo. Una grande rete che sembra in qualche modo ipostatizzare la realtà, risemantizzando vecchio e nuovo. Del museo e dell’attualità, si potrebbe dire. Ma il corto circuito non è solo temporale, è anche spaziale. Non ci sono cose o idee che possano essere sottratte alla benedizione del museo. Mai una parola così antica ha avuto tanta fortuna. Un suo riposizionamento o, meglio, un ribaltamento di significato, almeno in relazione alla storia dell’istituzione, si ha a partire dagli ultimi decenni del Novecento quando

Claudio Rosati

Claudio Rosati è responsabile del settore musei, biblioteche e istituzioni culturali della Regione Toscana. Ha seguito progetti di museografia demoetnoantropologica.

Comments are closed.

saperi e pratiche si incrociano
per conoscere
nella pluralità
di pensieri
contro dogmi
e universalismi
multidisciplinare
multilinguaggio
multistile
multiverso

Forum Editrice Universitaria Udinese Università degli Studi di Udine in collaborazione con cdm associati - comunicazione e visual design in collaborazione con Altreforme - ricerca / web&multimedia / formazione
Privacy Policy